Software libero VS software proprietario

Nello scorso articolo di questa serie abbiamo scoperto che il computer e` sostanzialmente hardware che ha bisogno di software per funzionare e per poter essere comandato dagli esseri umani. Il software piu` importante e` il sistema operativo: il piu` noto e` Microsoft Windows, ma non esiste soltanto lui. Se vi state avvicinando al mondo di Linux sicuramente avrete sentito parlare di software libero e anche di software proprietario. Oggi proviamo a capire la differenza tra questi due approcci.

Un po’ di storia

All’inizio della storia dell’informatica non esisteva la distinzione tra software libero e non. I programmatori scrivevano codice e lo mettevano naturalmente a disposizione di tutti. La parola in grassetto sta a significare che il fatto di mettere il codice a disposizione di chiunque lo volesse non era una convenzione o una regola: semplicemente era sempre stato fatto cosi`, funzionava e nessuno di era mai sognato di fare diversamente. Un bel giorno qualcuno decise di farsi pagare un tanto per ogni copia del software che veniva messo a disposizione e, soprattutto, decise di non mettere a disposizione il codice sorgente del programma. Questo evento modifico` profondamente l’approccio dei programmatori al proprio lavoro tanto che (almeno fino a pochi anni fa, ultimamente qualcosa si sta muovendo) era impensabile che qualcuno mettesse a disposizione gratuitamente e liberamente il proprio lavoro.

Come e` fatto un programma

Nel paragrafo precedente ho parlato di software e di codice. Un programma per computer si costruisce scrivendo piu` o meno a mano il codice sorgente. Il programmatore, dunque, scrive uno o piu` file di testo (testo semplice, non Word, per esempio, che e` un tipo di testo arricchito) che contengono le regole e le istruzioni che il programma dovra` seguire ed eseguire durante l’interazione con l’utente. Questo codice sorgente possiamo chiamarlo la ricetta. Come ogni ricetta che si rispetti ha poi bisogno di essere messa in atto dal cuoco: questo lavoro lo fa il compilatore. Il compilatore e` uno speciale programma che legge il codice sorgente e genera il file eseguibile del programma (i famosi .exe in ambiente Windows). Dopo che il cuoco ha fatto il suo dovere c’e` bisogno che qualcuno mangi il piatto: siamo noi utenti che utilizziamo il programma per i nostri scopi.

Software libero

Il software libero, in generale, e` quel software il cui codice sorgente e` liberamente consultabile, modificabile e redistribuibile, senza alcun vincolo. Ovviamente questa liberta` non tocca la proprieta` intellettuale, ovvero il merito sara` sempre riconosciuto a chi ha creato il programma, ma se qualcuno avesse bisogno di funzionalita` aggiuntive non dovra` pregare in ginocchio il creatore perche` le aggiunga oppure cercare un software piu` adatto alle proprie esigenze o ancora riscrivere il programma da capo aggiungendo le le funzionalita` desiderate. Gli basta prendere il codice e modificarlo. Poi si puo` utilizzare senza violare alcuna legge.

Nota: non e` detto che questo tipo di software sia sempre disponibile gratuitamente. L’unica condizione e` che sia disponibile il codice sorgente.

Software proprietario

E` quel software i cui sorgenti non sono consultabili. Di norma (ma non sempre) viene concesso in licenza a pagamento. Non e` dato sapere come funziona il programma e cosa ci sia “dentro il cofano”. Se c’e` bisogno di aggiungere funzionalita` dovremo sperare che il creatore le aggiunga (oppure pagarlo per farlo), oppure rivolgerci a software diversi, con notevole dispendio di tempo ed energie (spesso si e` costretti a reinventare la ruota piu` di una volta).

Riferimenti

Per ora fermiamoci qua. Negli articoli successivi andremo a vedere che impatto hanno i due diversi approcci sulla vita di tutti i giorni e perche` e` preferibile (quando possibile) utilizzare software libero.

Come sempre vi invito a utilizzare Google (o qualsiasi motore di ricerca sia di vostro gradimento) per reperire informazioni piu` dettagliate. Vi consiglio di usare i seguenti termini di ricerca: Richard Stallmann, Copyleft, GPL, GNU, Open Source, Free Software.

Annunci

One thought on “Software libero VS software proprietario

  1. Pingback: Scrivere documenti: Open Document Format | LInux NIUBBO

Commenta questo articolo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...